Quest’anno i partner Re.a.dy hanno scelto di aderire alla Giornata Internazionale contro l’omofobia, la lesbofobia, la transfobia e la bifobia, lanciando una campagna di contrasto ai discorsi d’odio.

Una campagna di comunicazione che manda un messaggio chiaro: i discorsi d’odio – noti anche come hate speech – alimentano odio, divisione, violenza e vanno fermati. 

All’interno di una cornice comune a tutti, alcuni partner hanno realizzato un’immagine sfruttando un luogo caratteristico del loro Ente con il claim: “Qui non c’è posto per le parole d’odio”; altri hanno coinvolto nella campagna un testimonial con il claim “Io non uso parole d’odio, e tu?”. La campagna è stata declinata dai partner attraverso due strumenti: affissioni di manifesti sui territori e condivisione sui social istituzionali.

“Io non uso parole d’odio, e tu?” sarà anche il claim che chiunque potrà far suo e diffondere a sostegno della campagna della Rete attraverso il “motivo” READY 17 Maggio disponibile come cornice per i singoli profili Facebook. 

In attesa di raccogliere quelle di tutti gli Enti aderenti alla campagna, qui alcune delle immagini realizzate dai partner.

La Regione Toscana e le pubbliche amministrazioni toscane aderenti alla rete Re.a.dy hanno realizzato il video “In Toscana non c’è posto per parole d’odio” nell’ambito della più ampia campagna nazionale.